Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Torino a segno con N'Koulou sotto il diluvio: Spal ko. Esordio di Zaza

Vai alla versione integrale
© LAPRESSE
La squadra di Mazzarri vince grazie a un colpo di testa del difensore. Partita interrotta subito per pioggia e posticipata di un'ora. Bene Sirigu e Meité

TORINO - Si gioca, non si gioca? Si gioca. Con un’ora di ritardo, causa terreno al limite della praticabilità per un forte temporale che ha colpito Torino, si riprende a giocare. Alla fine  il Toro soffre ma vince. Un colpo di testa di N’Koulou, nella ripresa (7’), permette ai granata di conquistare tre punti prezioso per la classifica e per il morale. Perché dopo la mezza impresa di San Siro, senza dimenticare lo sfortunato esordio con la Roma, i granata confermano di avere cuore e determinazione, le caratteristiche su cui lo strizzacervelli Mazzarri ha lavorato dai tempi del ritiro di Bormio. Nel primo tempo il Toro, come consuetudine (chissà perché) ha sofferto molto. Sua la prima occasione con Belotti (bravissimo Gomis) ma poi tanta Spal che con Petagna e Missiroli ha sfiorato il vantaggio. Di Falque l’altra occasione granata. Sul piano del gioco, però, i granata non si sono mai visti. Diversa la ripresa. Con la squadra di Mazzarri che parte forte e con il Gallo sfiora il gol. Ancora una volta bravissimo Gomis. Gol che arriva al 7’ con un colpo di testa del difensore francese che sorprende tutti. I granata cercano il colpo del ko che non arriva. Quindi devono stringere i denti, lottare su ogni pallone per difendere il vantaggio. Sirigu, con alcuni interventi prestigiosi, salva la vittoria. Il Toro non è brillante ma tiene dimostrandosi una squadra compatta e tosta. Non bella ma pratica. Ed è quel che conta. Il resto, magari, arriverà con il tempo. Nell’occasione, tra gli aspetti confortanti, c’è il debutto di Zaza che nell’ultimo quarto d’ora ha sostituito Iago Falque e per poco non fa gol. Lui e il Gallo promettono spettacolo e guarda caso Mancini se li porta in Nazionale. Intanto il Toro c’è e la classifica, nonostante un inizio terrificante, comincia ad essere buona. Ma - ripetiamo - quel che più conta è che i granata, anche al termine di una partita tutt’altro che esaltante, dimostrano di essere una squadra vera. Dimostrano di essere Toro.

Il diluvio su Torino che ha interrotto la partita