Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Torino, Ljajic via? I tifosi: no!

Vai alla versione integrale
© www.imagephotoagency.it
La gente non vuole che il serbo parta. La scelta è pure sua. Adem deve decidere se preferisce giocarsela con Mazzarri, magari reinventandosi mezz'ala oltre a proporsi come alternativa da punta o trequartista, o cercare gloria a Istanbul (testa a testa Fenerbahce-Besiktas). Dopo San Siro, in società si riflette ancora

TORINO - Toro o Turchia, il dilemma sarà sciolto entro pochi giorni. E la palla, in questo momento, è tra i piedi di Ljajic. C’è stato un frangente, durante l’estate, nel quale i granata avrebbero ceduto molto volentieri il serbo. Le proposte recapitate a Cairo e Petrachi, tuttavia, non hanno convinto. Ljajic è così rimasto a disposizione di Mazzarri, il quale dopo che la squadra a San Siro ha dimezzato lo svantaggio con Belotti, ha sostituito un Soriano che in questo momento ha un’ora al massimo nelle gambe con il numero 10 granata. Una mossa azzeccata, non l’unica del tecnico toscano, che ha contribuito a far sì che il Toro oltreché arrivare al 2-2 abbia anche rischiato di conquistare i 3 punti, contro un’Inter travolgente nel primo tempo e travolta nella ripresa.

Il tuo browser non supporta questo video

La prestazione di Ljajic che nel Toro ha deciso più quando si è trattato di imprimere una svolta a gara avviata che non dall’inizio, in parte ha modificato il quadro, attorno all’ex nerazzurro. Allo stato dell’arte la posizione della società è sostanzialmente di attesa. Nel senso che la decisione, a questo punto, spetta in buona parte a Ljajic. In società - Cairo in testa, almeno stando alla correzione di tiro nelle parole presidenziali di domenica sera, tra inizio e fine partita - si stanno chiedendo se davvero questa cessione sia la cosa migliore da fare. Mazzarri sarebbe anche disposto ad avere un reparto offensivo particolarmente nutrito, purché ognuno sia disposto a stare al suo posto. Se il serbo dovesse creare dissidi nello spogliatoio per le scelte dell’allenatore, allora sarebbe opportuno dare il via libera alla sua partenza, mentre se il suo approccio fosse quello di mettersi a disposizione del gruppo sfruttando le occasioni anche da subentrante, è evidente che rappresenterebbe una risorsa molto importante, per il Toro. E non soltanto quale carta da giocare in attacco. In talune partite Mazzarri potrebbe proporlo anche da mezzala offensiva. D'altronde Soriano, che gioca da interno in mediana, ha caratteristiche da trequartista.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Fischi a San Siro, rimonta Toro sull'Inter