Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Juventus Under23, ecco come sarà la formazione

Vai alla versione integrale
© Massimiliano Vitez/Ag. Aldo Liverani
Come fuoriquota riacquistati Alcibiade, Emmanuello e Nocchi. Idea Pasquato

TORINO - Squadra nuova, ma vecchio dna. La Juventus Under 23, primo esperimento di “formazione b” in Italia, si sta completando seguendo una coordinata precisa: il senso d’appartenenza. I dirigenti Federico Cherubini e Claudio Chiellini, braccia operative di Beppe Marotta e Fabio Paratici per la seconda squadra, stanno costruendo una rosa dai forti connotati bianconeri. Un mix di giovani ed esperti (4 i possibili over 23 per regolamento) uniti da una stessa scuola: il settore giovanile della Juventus. Alcuni sono ragazzi della Primavera dello scorso anno (Del Favero, Fernandes, Del Sole...), altri sono juventini di rientro da una stagione in prestito in altri club (Beruatto, Parodi, Matheus Pereira...). E poi ci sono i fuoriquota, veri e propri acquisti, ma pure loro con un passato nel vivaio dei campioni d’Italia (nel campetto a fianco hanno il pallino rosso). I dirigenti bianconeri, nell’ottica di un campionato di serie C (a pagina 32 pubblichiamo i probabili gironi) dove l’esperienza è tutto tranne che un dettaglio, hanno già riportato a casa Raffaele Alcibiade, Timothy Nocchi e Simone Emmanuello.

Il tuo browser non supporta questo video

GLI ESPERTI - Alcibiade, 28enne centrale torinese, è rientrato alla Juventus (dove aveva giocato a livello giovanile tra il 2007- 10) dopo un lungo tour tra Lega Pro, Ungheria (Honved e Haladás) e serie B: ultima tappa la Pro Vercelli. Nocchi, arrivato alla Juventus dodici anni fa, ha trascorso gli ultimi nove in prestito (Perugia l’ultima esperienza). A giugno si è svincolato, tagliando definitivamente il cordone ombelicale bianconero, ma grazie alla nascita della Juventus Under 23 è stato tesserato nuovamene nelle settimane scorse. Il 28enne portiere toscano avrà il compito di fare da chioccia al 20enne Mattia Del Favero, promettente numero uno del futuro. Aspettando il quarto colpo fuoriquota (che potrebbe essere anche un attaccante senza un passato juventino, in pole c’è sempre Brighenti della Cremonese), la terza casella è stata occupata con il centrocampista SimoneEmmanuello, che è reduce dalle esperienze con Cesena, Perugia e Pro Vercelli. Il 24enne di Chieri ha messo piede nel mondo Juventus per la prima volta quando era un sedicenne, nel 2010, e adesso si candida per essere uno dei punti di forza della mediana del tecnico Mauro Zironelli assieme all’ex Primavera Leandro Fernandes e a Idrissa Touré (ex Werder Brema B). Quest’ultimo è la classica eccezione che conferma la regola: è l’unico giocatore in rosa a non avere radici bianconere, in attesa di Fonseca dal Porto B.

COLPI LAST MINUTE - Per l’ultimo posto Over 23 la Juventus sta valutando diverse opzioni: Brighenti è l’ipotesi più calda, ma c’è anche l’idea di riportare a casa il 29enne Cristian Pasquato (Legia Varsavia), che con la maglia bianconera ha anche esordito in serie A l’11 maggio 2008 contro il Catania. Per l’attacco resistono pure la candidature del 30enne Riccardo Maniero (ex Juve ora al Novara) e del 21enne Cristian Bunino, ex bianconero di proprietà del Pescara.

Juventus, bagno di folla a Villar Perosa