Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Juventus, Emre Can e un altro colpo

Vai alla versione integrale
Il club bianconero progetta una mediana super: è sfida tra Cristante, Pellegrini e Rabiot

TORINO - La Juventus progetta un grande centrocampo e non si fermerà al colpaccio Emre Can. Il tedesco, ingaggiato a parametro zero dal Liverpool, questa sera sarà impegnato nella finale di Champions League e la prossima settimana è atteso a Torino per le visite mediche. Emre Can è il primo tassello, non l’unico. Nel mercato le strategie possono cambiare anche in fretta, ma in questo momento l’orientamento dei campioni d’Italia è volto ad allestire un reparto di altissima qualità. Dipenderà dalle uscite (Marchisio sta riflettendo sul futuro, mentre Sturaro è corteggiato da Betis Siviglia e Villarreal) e anche dai vari incastri. Beppe Marotta e Fabio Paratici, ora come ora, stanno lavorando su più tavoli. Una telefonata di qua, un incontro di là. Accanto al sogno di riportare a Torino Paul Pogba, tutt’altro che certo di restare al Manchester United (i dettagli a pagina 2), la Juventus sta “battagliando” contemporaneamente su tre gioiellini: Bryan Cristante (Atalanta), Lorenzo Pellegrini (Roma) e Adrien Rabiot (Psg). Al massimo ne arriverà uno, però in questo momento i bianconeri si stanno portando avanti su tutti e tre. I prezzi sono simili: si va dai 30 milioni della clausola di Pellegrini ai 35 richiesti per Cristante, fino ai 40 per Rabiot che ha il contratto in scadenza nel 2019. Il 23enne atalantino è un pupillo di Massimiliano Allegri che lo aveva fatto esordire giovanissimo ai tempi del Milan. Il 21enne romanista e il 23enne francese sono invece “giovani-vecchi” pallini di Marotta e Paratici che, in passato, hanno provato a ingaggiarli a più riprese.

Atalanta, i gol di Bryan Cristante

 

 

INTRECCI - Cristante, Pellegrini e Rabiot sono gettonatissimi tanto in Italia quanto in Europa e il loro futuro è intrecciato.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

 

Roma, i gol di Lorenzo Pellegrini