Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Edera: «Toro e Italia, per me è una stagione pazzesca»

Vai alla versione integrale
© Getty Images
L'attaccante alla prima convocazione con l'Under 21: «Per me è un traguardo importante»

TORINO - "Sono contento di essere arrivato nell'Under 21: per me è un traguardo molto importante". Così Simone Edera, alla prima convocazione in Under 21, chiamato dal nuovo allenatore Alberico Evani per le amichevoli contro Norvegia (22 marzo, a Perugia) e Serbia (27 marzo, a Novi Sad). "Vediamo con Serbia e Norvegia cosa sapremo fare. Speriamo di vincerle - dice l'attaccante del Torino - L'Europeo 2019 è l'obiettivo della Figc e della squadra, questo è un gruppo solido e sono contento di farne parte. Anche lo scorso anno con Evani ho fatto qualche partita nell'Under 20, lo ritrovo e sono contento mi abbia convocato. Sono qui e giocherò le mie chance".

LE PAGELLE DEL TORINO

Un gol in A alla Lazio e uno in Coppa Italia alla Roma, entrambi allo stadio Olimpico: "Sì, me lo dicono tutti - riconosce il granata - È uno stadio che mi porta fortuna, ma devo pensare ad allenarmi bene e al 100 per cento, come ho sempre fatto". "È una stagione pazzesca, non me l'aspettavo. A inizio anno pensavo di andare in prestito", aggiunge Edera, che sul momento del Toro mette in chiaro: "C'è stato un cambio di allenatore, ci sono stati alti e bassi da parte mia e in generale. Ma piano piano sta andando meglio. Anche se ci sono state partite in cui potevamo fare ancora meglio"