Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Europa League, Hapoel Haifa-Atalanta 1-4

Vai alla versione integrale
© LAPRESSE
Serata positiva per Gasperini che ipoteca il passaggio del turno nel terzo preliminare di Europa League: «Ora inizia una fase molto impegnativa»

TORINO -  "Abbiamo vinto con un risultato molto largo, ma che ci sta tutto perche' abbiamo anche preso dei pali e sprecato alcune occasioni clamorose, il risultato e' sicuramente molto buono". Cosi' il tecnico dell'Atalanta, Gian Piero Gasperini, dopo il 4-1 con cui la sua squadra si e' imposta in Israele nell'andata del terzo turno eliminatorio di Europa League. "In queste partite ci sono sempre delle svolte, ma gli episodi contano e bisogna giocare sempre con grande concentrazione - spiega l'allenatore della "Dea" al sito internet della societa' nerazzurra -. Devo dire che questi ragazzi sono molto bravi sotto questo aspetto, non sbagliano mai approccio, qualche volta succede anche di prendere gol, di non essere nella migliora giornata come e' successo oggi dove dietro abbiamo sbandato un po' di piu', ma sono sempre molto positivi, abbiamo un gruppo storico ormai solido e in queste cose non sbagliano di sicuro. E' un risultato che ci permette di programmare il ritorno in un certo modo, poi avremo la prima di campionato, quindi lo spareggio di Europa League, inizia una fase molto impegnativa, dovremo stare molto attenti, perche' ho la sensazione che possiamo pagare un po' di piu' rispetto all'anno scorso"

Ecco come è andata la partita

 

L'Atalanta espugna con il punteggio di 4-1 il campo degli israeliani dell'Hapoel Haifa e ipoteca il passaggio del turno nel match di andata del terzo turno preliminare di Europa League. Un successo netto, nonostante fosse iniziata male la trasferta dei nerazzurri. Dopo nemmeno dieci minuti la squadra di Gasperini e' gia' sotto di un gol: rinvio corto di De Roon e cross al centro di Tamas sul quale Buzaglo, di certo non un gigante, incorna tutto solo e manda la sfera alle spalle di Gollini. I bergamaschi non riescono a trovare spazi anche dopo lo svantaggio, quando anzi sono i padroni di casa a farsi piu' pericolosi al 15' con un tiro da lontano di Plakuschchenko che scalda le mani al portiere orobico. Ci pensa allora il Papu Gomez ad accendere l'Atalanta, che nel giro di tre minuti ribalta il risultato. Al 18' Hateboer approfitta di un errore difensivo di Sjostedt che gli regala la palla, finta e tiro rasoterra dell'olandese che non lascia scampo a Setkus. Ora l'Atalanta gioca in fiducia e tranquillita' e dopo una traversa colpita da Freuler, si porta addirittura in vantaggio grazie a Duvan Zapata, bravo a sfruttare nella sua prima partita da titolare un'invenzione di Toloi e, dopo essere sfuggito a Tamas, a fare centro con un preciso diagonale. L'Atalanta ormai e' padrona del campo e mette in difficolta' l'Hapoel Haifa. Si inventa regista anche Palomino, che serve una gran palla per Hateboer, pronto a mettere in mezzo, ma nessuno dei compagni arriva in tempo e Setkus riesce a sventare la minaccia.

Cronaca e tabellino del match

Anche nella ripresa i nerazzurri dimostrano di essere superiori agli avversari e colpiscono un palo su punizione con il solito Papu Gomez. Gasperini decide poi di dare mezz'ora di gioco anche al nuovo acquisto Pasalic, al suo esordio in maglia atalantina.Spazio anche a Musa Barrow al posto di Duvan Zapata. Sono proprio i due nuovi entrati a confezionare la rete del 3-1, con un assist di testa del giovane proveniente dalla Primavera atalantina per l'ex Milan, il quale bagna alla grande il suo esordio con la nuova maglia. Barrow prova anche a mettersi in proprio, ma il numero uno israeliano gli nega la gioia in un paio di occasioni, cosi' come su di un tocco ravvicinato di Palomino. Il giocatore gambiano non sbaglia pero' nel finale, quando si conferma un cecchino implacabile e mette a segno la rete del 4-1, sfruttando un ottimo movimento di Cornelius. Musa Barrow fa anche in tempo a divorarsi la rete del 5-1, ma un errore del genere si puo' perdonare a un giovane cosi' promettente. Giovedi' prossimo a Reggio Emilia la gara di ritorno, anche se per accedere alla fase dei gironi di Europa League, per l'Atalanta sara' necessario superare un altro turno. (In collaborazione con Italpress)