Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Coppa Italia, la finale sarà Juventus-Milan: Lazio sconfitta ai rigori

Vai alla versione integrale
© ANSA
I rossoneri si qualificano vincendo ai rigori (4-5 d.c.r.) contro i biancocelesti (0-0 al 90' e al 120'): Romagnoli realizza la rete decisiva, per la squadra di Inzaghi errori dal dischetto di Milinkovic-Savic, Leiva e Luiz Felipe.

ROMA - Il Milan vola in finale di Coppa Italia battendo la Lazio ai rigori (4-5 d.c.r.) e il prossimo 9 maggio affronterà la Juventus allo Stadio Olimpico. Dopo lo 0-0 della gara d'andata anche la sfida di ritorno si è chiusa sullo 0-0 nei 90' regolamentari. Neanche nei tempi supplementari si è sbloccato il risultato e ci sono voluti i tiri dal dischetto per decidere la seconda finalista dopo la qualificazione della Juventus contro l'Atlanta. Grandi emozioni anche dagli undici metri con Strakosha e Donnarumma protagonisti (parati i penalty a Rodriguez, Montolivo, Milinkovic-Savic e Leiva). Luiz Felipe invece tira alto. L'ultimo rigore è di Romagnoli che realizza il penalty decisivo qualificando la squadra di Gattuso in finale contro la Juve.

LE SCELTE - In avvio Inzaghi si affida in attacco a Luis Alberto e Immobile. Centrocampo a cinque con Marusic, Parolo, Leiva, Milinkovic-Savic e Lulic. Per Gattuso invece c'è Cutrone dal 1' con Suso e Calhanoglu a completare il tridente.

TANTE EMOZIONI - La Lazio parte subito bene e al 6' arriva già la prima occasione per i biancocelesti: cross di Lulic per Immobile che di testa impegna Donnarumma. Passano pochi secondi e anche Milinkovic-Savic sfiora il vantaggio con un destro potente dall'interno dell'area di rigore ma l'estremo difensore rossonero salva nuovamente in calcio d'angolo. Al 18' il centrocampista serbo prova la conclusione di precisione ma il pallone finisce di poco sul fondo. Al 19' è Suso a sfiorare il gol ma il tiro dello spagnolo è respinto da Strakosha. Poi, sulla respinta del portiere biancoceleste, Cutrone colpisce il palo ma l'arbitro Rocchi aveva già fermato l'azione per un fuorigico del giovane attaccante. Al 27' il Milan va vicino al vantaggio: punizione di Calhanoglu all'interno dell'area, Strakosha anticipa tutti ma rinvia su Caceres, poi il pallone arriva a Cutrone che conclude di poco fuori. Al 34' grande occasione per la Lazio: Donnarumma su un lancio di Leiva lascia passare il pallone ma Immobile è velocissimo e lo raggiunge ma la conclusione non trova la porta. Al 36' bella azione dei biancocelesti: colpo di tacco di Luis Alberto, Immobile calcia dall'interno dell'area ma Donnarumma è attento e respinge.

IL RISULTATO NON SI SBLOCCA - Dopo l'intervallo nessun cambio per Inzaghi e Gattuso. La Lazio aumenta subito i ritmi di gioco e il pressing mentre il Milan si affida al possesso palla. Al 56' grande opportunità per Calabria, servito alla perfezione da Suso, ma Strakosha non si fa sorprendere e respinge. Passano solo 3' ed è Calhanoglu ad avere il pallone giusto ma la sua conclusione di sinistro finisce sul fondo. Al 67' primo cambio per Inzaghi che inserisce Felipe Anderson al posto di Luis Alberto. Un minuto dopo c'è Luiz Felipe per Caceres. Al 70' prima sostituzione anche per Gattuso: entra Kalinic al posto di Cutrone. L'ingresso di Felipe Anderson dà maggiore brillantezza alle azioni della Lazio ma la difesa del Milan resiste affidandosi poi a rapide ripartenze. All'89' la Lazio ha una buona opportunità per passare in vantaggio ma Milinkovic-Savic su punizione calcia alto sopra la traversa. È l'ultima emozione dei tempi regolamentari che terminano sullo 0-0. Si va ai tempi supplementari.

SUPPLEMENTARI E RIGORI - Inzaghi decide di effettuare il terzo cambio al 93': entra Lukaku, esce Marusic. Al 94' Immobile prova la conclusione dalla distanza ma il tiro è centrale e Donnarumma blocca. Al 96' Gattuso sceglie Montolivo al posto di Kessie. Al 98' Calhanoglu tenta il tiro a giro su punizione ma Strakosha salva in calcio d'angolo. In avvio del secondo tempo supplementare grande occasione per Milinkovic-Savic che dopo aver superato Bonucci viene anticipato all'interno dell'area da Romagnoli. Al 108' terzo e ultimo cambio per Gattuso che inserisce Borini al posto di Suso. Al 113' Felipe Anderson prova la conclusione dalla distanza ma il tiro finisce sul fondo. Al 118' occasione incredibile per il Milan che con Kalinic, dopo un perfetto contropiede, ha il pallone della vittoria ma la conclusione del croato finisce alta. La seconda finalista della Coppa Italia si decide dunque ai rigori. Dal dischetto non sbagliano Immobile, Bonaventura, Parolo, Borini, Felipe Anderson, Bonucci, Lulic, Calhanoglu e Romagnoli. Errori invece di Rodriguez, Montolivo, Milinkovic-Savic, Leiva e Luiz Felipe. Il Milan vola in finale dove affronterà la Juventus.

Lazio-Milan 0-0 (4-5 d.c.r.): tabellino e statistiche

Coppa Italia, Milan in finale: Lazio ko ai rigori