Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Toro: Djidji-Viviani-Grujic. Il colpo: Zaza

Vai alla versione integrale
© www.imagephotoagency.it
Trattative con Nantes e Liverpool per i prestiti del difensore e del mediano di Miha. Lo spallino e il bomber in extremis

TORINO - La parola d’ordine è prestito. Petrachi, che da anni la ripete a memoria per mestiere, in questi giorni la pronuncia ormai come un mantra. Cairo non ha cambiato di una virgola le direttive, improntate a un ferreo equilibrio sia se si guarda al mero aspetto numerico sia (soprattutto) se si parla di soldi. Il ds allarga le braccia: il portafoglio del Toro non è suo. E i paletti attraverso i quali sta cercando di far passare in extremis gli ultimi rinforzi sono estremamente stretti, nonché rigidi. Anche ieri, per esempio, si è mosso attorno a Zaza, ma più che altro per monitorare la situazione. Per capire se fossero cambiate le situazioni, quanto all’interesse per lui del Nizza e del Borussia Dortmund. La musica è sostanzialmente la stessa. Il ragazzo a Valencia non ha spazio e vuole andare via. Vorrebbe tornare in Italia e continua a considerare il Torino quale piazza ideale, preferita. Gli spagnoli chiedono 3 milioni per il prestito con diritto di acquisto a 17 (trattatibili). Il vero Everest di Petrachi (che punta al colpo in extremis: ingaggiare a ottime condizioni un bomber di sicuro livello come Zaza da piazzare al fianco di Belotti), il vero Everest di Petrachi, si diceva, è riuscire a vendere almeno uno tra Ljajic e Niang, entro venerdì (almeno uno, ma meglio due, dice Cairo). Non basta cederli in prestito con diritto. L’ordine è farli partire (come minimo) in prestito oneroso con riscatto obbligatorio.

Intanto il Torino tratta con il Nantes (muovendo concreti passi in avanti) per ingaggiare in affitto il difensore Djidji, che può giocare sia da centrale difensivo sul centrosinistra (il suo ruolo naturale) sia da terzino mancino (Ranieri, suo ex allenatore, ne ha parlato benissimo). Il club francese ha aperto al prestito oneroso con diritto (tra i 5 e 6 milioni), la trattativa proseguirà nelle prossime ore. E dal Torino trapela ottimismo, visto che il ragazzo si è detto felice di trasferirsi. In prestito Petrachi ha chiesto anche il serbo Grujic, 22 anni, mediano-mezzala di belle potenzialità, che 2 stagioni or sono segnalò Mihajlovic al Torino.

Leggi l'articolo completo sull'edizione odierna di Tuttosport

Torino, il primo giorno di Aina: «Qui per imparare»