Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Leicester-Liverpool: Manè e Firmino regalano la vetta a Klopp. Che papera Alisson!

Vai alla versione integrale
© Getty Images
Quarta vittoria consecutiva e punteggio pieno per i Reds, che ora possono godersi il primato in solitaria a 12 punti

TORINO - Continua a punteggio pieno la cavalcata del Liverpool, che dopo aver battuto il Leicester vola a 12 punti staccando momentaneamente in vetta Tottenham, Chelsea e Watford. Quarta vittoria consecutiva per i Reds e massimo bottino, come non accadeva in avvio di stagione dalla stagione '90-'91. Fatica non poco la squadra di Klopp ad avere la meglio su un Leicester mai domo durante la gara, nonostante i primi 20 minuti regalati. Al 10' Manè la mette subito in discesa per i suoi siglando di punta il suo quarto sigillo stagionale. I padroni di casa accusano ma provano a reagire senza di fatto mai rendersi pericolosi, così Firmino sul finire del primo tempo regala il raddoppio. Nella seconda frazione papera clamorosa di Alisson che tenta un dribbling ai limiti dell'illegalità per un portiere come lui. Il Leicester accorcia con Ghezzal e fa tremare Klopp, che alla fine può comunque festeggiare il primato in solitario. Ora la pausa per le nazionali, ma al rientro i Reds saranno chiamati ad una sfida ad alta quota: nella prossima giornata faranno visita proprio al Tottenham, che domani sfiderà l'altra 'capolista' Watford.

Il tuo browser non supporta questo video

PRIMI 45' DI INTESITÁ - Cambia praticamente nulla Jurgen Klopp rispetto al Brighton, solito 4-3-3 con il tridente formato da SalahManè Firmino, con Henderson in regia al posto di Wijnaldum, che scala sulla destra in sostituzione di Keita, questo l'unico cambio nei Reds. Rimaneggia invece la trequarti Claude Puel, che ripropone il  4-2-3-1 ma alle spalle di Gray schiera MaddisonAlbrighton Ghezzal. Al fischio d'inizio subito grande intensità delle due squadre, con il pallino del gioco in mano al Liverpool. Al 4' Reds subito pericolosissimi. Firmino riceve palla al centro dell'area ma spara addosso a Schmeichel, sulla ribattuta Salah si divora un gol praticamente fatto mandando fuori da due passi col piattone. Il Liverpool sulle ali dell'entusiasmo continua a creare ma il Leicester si copre bene e gioca di ripartenza. All'8' Mendy è bravissimo a pescare Gray scattato sul filo del fuorigioco ma la palla è troppo lunga, Alisson esce e blocca comodamente. I Reds su indicazione di Klopp alzano la pressione e al 10' arrivano i frutti quando Manè porta in vantaggio il Liverpool siglando il suo quarto sigillo stagionale. Robertson si lancia sulla fascia sinistra, si libera di due difensori e mette al centro rasoterra, il senegalese è bravo a controllare e a calciare con la punta una palla che per Schmeichel diventa imprendibile, è 1-0. Manè Firmino sono scatenati lì davanti, in continuo movimento non danno punti di riferimento alla difesa del Leicester che non riesce a riconquistare palla e a ripartire, complice anche l'assenza pesante di Vardy. Al 19' i Reds dimostrano tutta la loro superiorità in campo quando Manè allarga per Robertson, che di prima intenzione mette al centro per Firmino il cui tiro viene murato dal ritorno in scivolata di Maguire. Superato il momento cristico, al 23' arriva il primo squillo dei padroni di casa: Ghezzal verticalezza per Gray che controlla e calcia ad incrociare angolato, Alisson è bravissimo a opporsi e a salvare il risultato. Il Leicester si sveglia, inizia a prendere coraggio e a far girare palla per aprire i Reds, e al 32' arriva infatti un'altra buona occasione: fa tutto Albrighton che recupera palla a centrocampo, si libera di due giocatori del Liverpool e fa partire un destro che però non inquadra la porta. Un minuto dopo è Gray a rendersi pericoloso ma anche lui dal limite manda alto. Il Liverpool sembra accusare il pressing e abbassa il baricentro. Al 43' però Salah riesce a crearsi una buona occasione dal limite dell'area, il suo piattone è angolatissimo ma manca di forza, così che un attento Smeichel si stende e manda fuori. Sul successivo calcio d'angolo il Liverpool porta avanti le torri, senza sortire effetto perchè la difesa è brava a chiudere e a regalare ai Reds un altro tiro dalla bandierina. È il 45' e stavolta Firmino è bravo a staccarsi dalla marcatura di Madison e a colpire di testa nell'angolino, infilando ancora Schmeichel. Il Liverpool raddopppia così allo scadere di uno spettacolare primo tempo.

[[ge:sn:ts:46760729]]

CLAMOROSA PAPERA DI ALISSON - La seconda frazione si apre senza cambi, con i padroni di casa che spingono alla ricerca del gol che riaprirebbe la partita. Ci prova subito Maddison al 50' con un tiro da fuori area che Alisson blocca. Al 53' è ancora pericoloso il Leicester con Maddison, che riceve palla al limite dell'area, si libera con un tunnel di Van Dijk e a tu per tu con Alisson calcia. Gomez è prodigioso in scivolata a murare. Il Liverpool si chiude ancora ma al 58' Milner recupera palla a centrocampo e lancia il contropiede dei Reds, è 4 contro 2. Salah però sbaglia tutto non servendo due compagni liberi, preferendo un Milner in ritardo, permettendo così alla difesa di liberare. Al 63' la papera di Alisson che non ti aspetti, e il Leicester accorcia. Il brasiliano si lancia in un dribbling in area, ma Iheanacho - entrato da due minuti al posto di Albrighton -  è bravo a toglierli la palla e a servire un solitario Ghezzal che a porta vuota non sbaglia, partita riaperta e risultato in bilico. Klopp percepisce le difficoltà dei suoi e decide di cambiare: dentro Keita e Shaqiri per Salah e Henderson. Puel risponde richiamando in panchina uno stanco Gray per il giapponese Okazaki. La partita è maschia, si gioca essenzialmente a centrocampo con le squadre attente a non scoprirsi troppo. Manè rompe l'equilibrio al 82' quando da calcio d'angolo stacca più in alto di tutti ma colpisce male e la palla finisce alta. Ci provano ancora al 86' i Reds con Alexander-Arnold, ma anche lui non è preciso e dal limite spara alto sopra la traversa. Negli ultimi minuti i padroni di casa provano l'assalto finale, portando in area di rigore anche Schmeichel, senza però alcun effetto. Finisce 2-1, con il Liverpool che ora viaggia a 12 punti.