Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Motor Bike Expo: tutti i "colori" del custom

Vai alla versione integrale
Arlen Ness, MS Artrix ma anche Vallese e Puzzle Garage. Sono tra le firme più prestigiose della personalizzazione che alla Fiera Verona offrono uno spaccato raro del variopinto mondo delle Special

Il Motor Bike Expo è partito dieci anni fa con l’intento di illustrare il mondo delle custom, all’epoca pressoché sconosciuto e oggi le special continuano a costituire un elemento fondamentale della rassegna scaligera.
Sono giunte a Verona le creazioni più originali degli artisti più capaci. Tra queste, con il trofeo Motor Bike Expo Award 2018, una giuria di specialisti di fama internazionale incoronerà la Special dai più alti contenuti tecnici ed estetici e si contenderà il gioiello realizzato appositamente per celebrare il vincitore.
Il palco Monster Energy del Padiglione è teatro teatro di questa e di altre premiazioni, tra cui quella del tradizionale Bike Show, e di un evento tutto nuovo intitolato “The Art of Kustom”.
Questo appuntamento, che si è sviluppato presso lo stand di 70’s Helmets al Pad. 3, mette a confronto otto artisti dell’aerografo, giunti dall’Oriente per contendersi il premio per la migliore aerografia.
Gli ospiti hanno trovate otto postazioni nelle quali esibirsi dal vivo ed esporre lavori e merchandising. A ogni artista è stato affidato un casco 70’s Helmets da decorare, in onore del decennale dell’azienda vicentina e di Motor Bike Expo. Le decorazioni comprendono infatti il logo MBE, il logo 70’s e la scritta 10th anniversary. Di alto livello anche il guest judge del contest: si tratta infatti del californiano Kirk Taylor, di Custom Design Studios, costruttore di pezzi unici ma anche verniciatore e restauratore. Tra i suoi clienti, James Hetfield, frontman dei Metallica.

Al padiglione 1, tra tante special di indubbio valore, una pietra miliare della storia del Custom firmata dal master bike builder Arlen Ness, capostipite di una vera dinastia di customizer: al Motor Bike Expo 2018 è esposta la mitica special “The Untouchable”. Un’occasione rara di vedere dal vivo la prima special realizzata da Arlen, spinta da un motore Knucklehead sovralimentato e proveniente direttamente dall’Arlen Ness Motorcycle Museum in California.
Al padiglione 2, gli amanti delle ultime novità in tema di custom americane possono ammirare la gamma 2018 di moto Harley-Davidson e Indian.
La Factory di Milwaukee, presente sia in veste ufficiale sia attraverso il maestoso stand del dealer Harley-Davidson Verona, espone la nuova gamma Softail che unifica le doti dinamiche espresse dalla famiglia Dyna in un’unica grande famiglia, e l’ultimo modello presentato qualche settimana fa e che trasuda personalità e voglia di evadere: la Harley-Davidson Sport Glide.
Indian espone presso gli stand di VeronaFiere la propria gamma che, sempre più completa ed articolata, prevede un’offerta che va da cruiser snelle come le più recenti Scout, alle modaiole Bagger, a cruiser “macinachilometri” e tecnologiche, come la Roadmaster.
Sempre al padiglione 2, presso lo stand Custom Chrome, sono state svelate le special della linea “Bolt on and ride”, che ogni anno vengono realizzate utilizzando interamente prodotti commercializzati sull’enorme catalogo aftermaket.
Per celebrare quasi 30 anni di attività, l’artista e aerografista Lorenzo Dossena, in arte DOX Custom, espone per la prima volta a Veronafiere quattro nuovi progetti: già decoratore della Atomic Snail, vincitrice del Best of Show 2017, l’artista brianzolo vuole quest’anno celebrare il suo traguardo professionale in un ampio stand dove trovano posto anche il team di Record Motor Cycles, che presenta il propulsore 8 cilindri che spingerà sul lago salato di Bonneville nel 2019 la loro motocicletta dei record.

A pochi metri è esposta l’ultima creazione di American Dreams: una bagger con telaio modificato, serbatoio integrato, turbina, cerchio scomponibile da 32”, verniciatura con inserti nascosti sensibili ai raggi ultravioletti, impianto hi-fi e sospensioni ad aria.
“Per la nostra partecipazione al MBE quest’anno presentiamo due nuove Special Bagger con ruota da 26”, entrambe realizzate su base Road Glide”, ha detto Gianni Vallese, pioniere del segmento bagger ormai di moda e boss dell’officina laziale Vallese Garage. Le due special che espone hanno carrozzerie uniche, realizzate esclusivamente per queste due realizzazioni. “La prima, a fondo chiaro, si chiama Obsession ed è del 2001; Dark Side, la più scura, è del 2015, ha un motore da 110 c.i. capace di oltre 120 CV alla ruota”. Entrambe le creazioni sono dotate di un inedito cruscotto; Vallese Garage presenta a Motor Bike Expo 2018 anche una nuova linea di parafanghi e luci per modelli Touring recenti, sempre più facili da montare e non invasivi per l’impianto elettrico originale.
Dall’altra parte della Penisola, all’estremità settentrionale eppure legato da collaborazioni professionali all’officina di Vallese, Massimo Gullone, in arte MS Artrix, lucida anch’egli l’artiglieria: per l’artista-customizer di Gressan (AO), a Verona c’è una presenza imponente: “Esponiamo cinque nuove moto: tre Special sono caratterizzate dal classico stile MS Artrix, dunque parliamo di mezzi particolarmente aggressivi e con grafiche estremamente curate, ma non manca una Bagger, secondo la moda del momento. Si tratta di una moto interamente costruita in lamiera battuta, dalle borse al fanale!”
Nel corso di Motor Bike Expo è stata anche una Special inedita, presentata in anteprima alla proprietaria che l’ha commissionata: si tratta di un bobber essenziale realizzato su base Harley-Davidson Softail Breakout.

Carlo Colombo, volto e anima di Asso Special Bike, presenta due nuove bagger seguendo la moda del momento: le immagini per il momento restano top secret, dal momento che le due moto saranno presentate al pubblico nelle giornate di giovedì la prima, e di venerdì la seconda.
“Realizzazioni fatte per stupire”, ha commentato Carlo Colombo, “rispettivamente su base Softail e su base Street Glide, entrambe sovralimentate e dotate di un enorme cerchio anteriore da 30”. Colombo ha anticipato anche l’utilizzo di un sistema di infotainment dagli altissimi contenuti tecnologici: “in particolare, una delle due sarà gestibile quasi completamente con uno smartphone”.
Vincitore del contest “Ferro – Honda Award” 2017, che premiava la miglior special Honda in collaborazione con la rivista Ferro, Alessandro Dell’Unto di Puzzle Garage è ormai lanciato verso la carriera di customizer professionista. Proseguendo sulla strada che gli ha aperto la via del successo, è presso lo stand ufficiale Honda con una special creata su base CMX500 Rebel, presentata ufficialmente, di nuovo, in collaborazione con la rivista Ferro: E' qualcosa di innovativo”, ci ha detto, “dato che ha delle cover monoscocca che sono intercambiabili senza l'ausilio di attrezzature come chiavi inglesi, brugola o cacciavite... praticamente un mezzo customizzabile da chiunque in meno di un minuto!”

Motor Bike Expo: le custom più belle - FOTO