Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Dakar, 700 km nel fango della Bolivia

Vai alla versione integrale
© Getty Images
Oggi la "marathon" tra La Paz e Uyuni. In caso di guasto tocca ai piloti e ai navigatori intervenire sui mezzi

ROMA - L'insidia è il fango boliviano, nella tappa odierna della Dakar, che porta il piloti lungo gli oltre 700 chilometri che separano La Paz e Uyuni. Quella di oggi è una cosiddetta "Marathon", senza parco chiuso per uominiì e mezzi una volta giunti al bivacco e quindi senza la possibilità da far intervenire i tecnici in caso di guasti. Le eventuali emergenze, dunque, saranno afidate solo a piloti e navigatori con gli strumenti a loro disposizione. A caratterizzare la tappa boliviana è il suolo terroso che spesso si trasforma in fango, rallentando i mezzi ed esponendo a cadute.

INSIDIE - Per entrare nel dettaglio della sfida, tra La Paz e Uyuni ci sono 726 km. Di questi 425 saranno dedicati alla prova speciale per le auto, le moto e i quad. Mentre 368 km saranno per la prova speciale dei camion. Per tutta la durata della tappa l'altitudine sarà costante sopra i 3700 metri. Si tratta della prima sfida per i piloti dopo il giorno di pausa di ieri. 

Tutto sui motori

Dakar 2018 - I grandi ritiri, da Villas-Boas a Loeb