Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Toyota stop al diesel: fuori dai listini dal 1° gennaio

Vai alla versione integrale
Il marchio giapponese toglie dal listino le motorizzazioni diesel, accelerando l'elettrificazione della gamma

ROMA – Dopo oltre un secolo di onorata carriera, il motore brevettato da Rudolph Diesel sembra ormai avere gli anni contati. Il Dieselgate Volkswagen ne ha accelerato la decadenza, ispirando governi e autorità locali a bandirlo: Parigi, Madrid, Atene, Città del Messico vieteranno l’ingresso alle auto alimentate a gasolio dal 2025. Ma non solo: il governo britannico e francese hanno già proclamato di voler eliminare i veicoli con motore a combustione entro il 2040. Sostituendoli con vetture elettrificate.

Le Case automobilistiche si adeguano. A partire da chi ha fatto dell’ibrido un cavallo di battaglia negli ultimi 20 anni, Toyota. A partire dal primo gennaio 2018, tutta la gamma passenger car è diventata completamente Diesel Free. Restano esclusi soltanto i veicoli fuoristrada e commerciali: Hilux, Land Cruiser, Proace e Proace Verso.

Ad Aygo, C-HR e Prius, da oggi si aggiungono anche Yaris, Auris e RAV4, modelli su cui non saranno più disponibili motorizzazioni diesel. Accanto alle motorizzazioni ibride, resteranno disponibili le sole unità benzina (1.0, 1.2 e 1.5) sui segmenti delle piccole e delle compatte.

Una decisione che conferma la volontà di Toyota di arrivare a vendere, entro il 2030, oltre 5,5 milioni di vetture elettrificate l’anno, incluso 1 milione di veicoli a zero emissioni. L’anno appena terminato ha confermato risultati da record per l’ibrido, con un +71 per cento di immatricolazioni rispetto al 2016.