Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Juventus, Kean intriga e adesso rimane

Vai alla versione integrale

La Juve potrebbe anche venderlo per 20 milioni piazzando una clausola di recompra “alla Morata”. Raiola al lavoro e lui in ritiro impara dai grandi

TORINO - Moise Kean fa parte di quei bianconeri che han saputo giocarsi al meglio la chances della tournée negli Stati Uniti. Decisivo, a tratti devastante contro il Psg. Calcio d'estate, che lascia spesso il tempo che trova. Ma quanto offerto dal baby attaccante non è che un'ulteriore conferma del potenziale immenso che in casa Juventus tutti sono convinti di avere tra le mani. Tanto che proprio Kean, nei piani di Marotta e Paratici, è stato il primo pensiero dopo la controversa conclusione della situazione legata a Patrik Schick: immediata la comunicazione al giocatore e a Mino Raiola dell'intenzione di trattenere il centravanti classe 2000 almeno fino a gennaio, in attesa del pieno recupero di Marko Pjaca. Lo stesso affare Keita si è sempre sviluppato in maniera parallela e indipendente. Quello con Kean bianconero rimane quindi lo scenario preferito della Juve [...]

Il tuo browser non supporta questo video

Juventus, Benatia padrone della difesa: "Step by step!"

FATTORE MINO - La strategia della Juventus però non coincide con quanto avrebbe in mente Raiola per la crescita di Kean. L'agente del ragazzo dei record, infatti, continua a spingere per un prestito immediato che possa permettergli di giocare da subito con continuità nel calcio dei grandi. Meglio se all'estero e in un campionato fatto su misura per i baby talenti come quello olandese, con Zwolle e Ado den Haag pronti a consegnargli il posto di centravanti titolare in Eredevisie. Se prestito deve essere, però, l'idea della Juve sulla reale capacità formativa di un campionato giudicato come di secondo livello per un talento del potenziale di Kean è opposta a quella di Raiola: nascono così i contatti, continui, con le tante società di serie A determinate a puntare su di lui, dal Verona al Bologna passando per il Crotone, ultimo solo in ordine cronologico. 

[...]

Leggi il pezzo integrale sull'Edizione Digitale