Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Giorgio Calcaterra prova a vincere ancora la Wings For Life

Vai alla versione integrale
Domenica a Milano si corre inseguiti da un'auto. Quando questa ti raggiunge sei eliminato. Vince l'ultimo rimasto e negli ultimi tre anni è stato Giorgio Calcaterra

(Milano) - Il 7 maggio a Milano, l’inarrestabile campione italiano di Ultramaratona 100km Giorgio Calcaterra affronterà il tedesco Florian Neuschwander, il polacco Bartosz Olszewski e il cileno Francisco Morales, i tre ultrarunner e campioni nazionali della Wings for Life World Run 2016 che quest’anno hanno deciso di partecipare all’evento a Milano.

Per l’edizione 2017 l’avversario da battere sarà sicuramente Giorgio Calcaterra, con il suo incredibile record di 88.4 km percorsi prima di essere raggiunto dalla Catcher Car.

Nel 2016 Giorgio Calcaterra ha conquistato la terza vittoria consecutiva in Italia e si è aggiudicato il titolo mondiale della Wings for Life World Run, battendo il record precedente di 79.9 km.

“Il percorso milanese, in particolare nella parte che si snoda all’interno della città, è molto impegnativo per la presenza di pavé e numerose curve. Lo scorso anno, inoltre, la temperatura elevata lo ha reso ancora più difficile” - ha affermato Calcaterra. “Nonostante questo, ero in perfette condizioni fisiche e mentali per affrontare la gara, grazie anche ad un’ottima preparazione. La presenza di altri tre campioni alla gara di Milano sarà per me uno stimolo in più per dare il massimo”.

Tra questi, il polacco Olszewski è stato l’unico lo scorso anno a superare gli 80 km, percorrendo una distanza di 82.42 km nella splendida cornice delle Cascate del Niagara, un risultato che ha migliorato l’ottima performance dell’edizione 2015 a Pozna?.

Morales si è aggiudicato il titolo nazionale della Wings for Life World Run 2016 in Cile, classificandosi terzo nel ranking mondiale, percorrendo a Santiago una distanza di 75.47 km su un percorso con un dislivello di 520 m. A Milano, a un’altitudine inferiore di 400 m, potrebbe rappresentare una vera minaccia per il nostro Giorgio Calcaterra.

Nella sua carriera di atleta, il tedesco Florian Neuschwander, due volte campione della Wings for Life World Run in Germania, vanta la partecipazione alla TransRockies Run in Colorado, durante la quale ha percorso 200 km in sei giorni.

“Le distanze estreme non sono facili. Se poi il tempo è ostile e il percorso è in collina, è quasi impossibile battere il record di 80 km” - ha detto Neuschwander. “L’ideale è un percorso in pianura con condizioni climatiche favorevoli, che spero di trovare quest’anno a Milano”.

Oltre ad un terreno pianeggiate, spesso i runner che aspirano al titolo tendono a scegliere una location in cui l’evento, che si svolge in tutto il mondo e alla stessa ora, si tiene in una fascia oraria notturna, come nel caso dell’Asia e dell’Australia.

Kaori Yoshida, campionessa mondiale del 2016 per la categoria femminile, ha percorso l’incredibile distanza di 65.71 km a Takashima, in Giappone, in notturna. Quest’anno gareggerà al tramonto a Tainan (Taiwan) dove le iscrizioni sono già sold out per la grande popolarità della location.

Campionessa italiana 2016 per la categoria femminile è stata l’ultrarunner Katia Figini, new entry del team Ambassador 2017, che ha percorso l’incredibile distanza di 51 km. Quest’anno il suo obiettivo è percorrere una distanza maggiore. La Wings for Life World Run per lei è soprattutto un momento magico, ancora più affascinante se pensiamo che tutto il mondo corre simultaneamente per uno scopo benefico. Non si corre per vincere e per divertirsi basta solo partecipare”.

Il 100% ricavato della Wings for Life World Run è devoluto alla ricerca sulle lesioni al midollo spinale. Nel 2016 hanno preso parte all’evento più di 130.000 persone: grazie alla loro partecipazione sono stati raccolti oltre € 6.600.000! Attualmente sono aperte le iscrizioni per l’edizione 2017, che si terrà domenica 7 maggio in 24 location in tutto il mondo. L’appuntamento in Italia è a Milano alle ore 13.00 in Piazza Castello.

Tutti coloro che non potranno essere presenti in una delle location dove si svolge l’evento possono partecipare con la Selfie Run dell’App Wings for Life World Run: grazie alla Selfie Run si può correre ovunque, scegliendo un proprio percorso, rincorsi da una Catcher Car virtuale.

Per far parte di questo incredibile evento non serve essere dei super campioni di running: tutti possono partecipare, correndo o camminando secondo le proprie capacità, e vivere un’emozione indimenticabile!

Cosa è la Wings for Life Spinal Cord Research Foundation

In tutto il mondo, milioni di persone vivono su una sedia a rotelle a causa di una lesione al midollo spinale, nella maggior parte dei casi provocata da un incidente stradale o da una caduta. Wings for Life è una fondazione no-profit impegnata a finanziare la ricerca scientifica con l’obiettivo di trovare una cura alle lesioni del midollo spinale. Dal 2004, Wings for Life finanzia in tutto il mondo progetti di ricerca e studi clinici che possono davvero cambiare la vita di chi ha subito una lesione spinale. Una cura definitiva dev’essere ancora trovata, ma giorno dopo giorno vengono fatti notevoli passi avanti in questa direzione. www.wingsforlife.com

 Cosa è la Wings for Life World Run

Ogni anno, nello stesso giorno, la Wings for Life World Run si tiene contemporaneamente in numerose location di tutto il mondo con l’unico obiettivo di raccogliere fondi per supportare la ricerca scientifica per trovare una cura alle lesioni al midollo spinale. Un format unico, in cui i partecipanti corrono quanto più a lungo possibile, scappando dalla Catcher Car, vero e proprio traguardo mobile che parte al loro inseguimento mezz’ora dopo il via e, aumentando progressivamente la velocità, li elimina lungo il percorso a mano a mano che li supera.

La presenza di questo speciale traguardo mobile permette la partecipazione di tutti, atleti professionisti, runner appassionati, principianti e partecipanti in sedia a rotelle: l’ultimo uomo e l’ultima donna raggiunti dalla Catcher Car vengono incoronati vincitori della Wings for Life World Run. Il 100% del ricavato derivante da quote d’iscrizione, sponsorizzazioni e donazioni viene interamente devoluto alla Fondazione Wings for Life per supportare i progetti di ricerca volti a trovare una cura alle lesioni del midollo spinale. In soli tre anni, dalla prima edizione nel 2014, la Wings for Life World Run ha visto la partecipazione di oltre 280.000 persone di 193 nazionalità, che hanno corso in più di 38 Paesi nei 6 continenti. Grazie a loro sono stati raccolti 13.8 milioni di euro e sono stati percorsi oltre 2.8 milioni di chilometri. www.wingsforlifeworldrun.com #wingsforlife #worldrun

Cosa è la Wings for Life World Run App

La App Wings for Life World Run permette a tutti, ovunque si trovino nel mondo, di partecipare all’evento globale anche se non possono raggiungere una delle location che ospita l’evento. Scaricando l’applicazione sul proprio smartphone, si può prendere parte ad una Wings for Life World Run virtuale, rincorsi da una Catcher Car virtuale, esattamente nello stesso momento in cui prendono il via le Wings for Life World Run di tutto il mondo