Home

Calcio

Formula 1

Moto

Motori

Basket

Tennis

Volley

Tuttosport

LIVE

Serie A raffa, Fashion ad un passo dallo scudetto

Vai alla versione integrale
Sabato ci sarà lo scontro decisivo per lo scudetto tra i trevigiani e i milanesi della MP Filtri Caccialanza. Addio alla serie A per Ancona e Montecatini

Più quattro di vantaggio a due giornate dal termine. Sabato prossimo lo scontro diretto con la seconda: basterà un pareggio per conquistare lo scudetto 2017 della raffa. Questa la storia attuale di una compagine blasonata e pronta per essere di nuovo vincente come la Fashion Cattel (foto) di Treviso. Per il gruppo del tecnico Bompan e del patron Casagrande, sarebbe il sesto titolo tricolore dopo quelli conquistati consecutivamente dal 2005 al 2009, conditi da un mondiale per club nel 2011. La seconda è invece la MP Filtri Caccialanza di Milano a lungo capolista del torneo, anche 6 punti sopra l’antagonista veneta. Poi però, dalla quindicesima giornata, il blackout:  tre pareggi e tre sconfitte nelle sei successive partite. Davvero troppo poco, e i trevigiani ne hanno approfittato.

Anche sabato scorso è stato lo stesso copione. Nel corso della 20esima infatti i milanesi hanno pareggiato internamente 1-1 contro L’Aquila, rischiando durante il primo turno di gioco, mentre i trevigiani hanno superato agevolmente 3-0 sulle corsie toscane, il Montecatini Avis. E sì che la perdita prolungata del capitano Pasquale D’Alterio, capitata proprio prima della 15esima, sembrava poter essere il colpo di grazia per i ragazzi di Bompan. Tanto più che all’epoca i meneghini erano saldamente in testa e con il vento in poppa. A sostituirlo, da quel momento, un giovane talento anch’egli campano, sempre più sicuro e con un bagaglio di esperienza già in parte formatosi nella stagione scorsa, oggi tornato utile. Si tratta di Giuseppe Pappacena, nativo di Sarno, in provincia di Salerno, 25 anni a luglio, palmares giovanile e under 23 di assoluto prestigio. Non facile per lui sostituire il capitano, la sua presenza in campo, specie in quella situazione di classifica e a quel punto del torneo, ma ci è riuscito. “Non ti nascondo che la pressione era tanta... eravamo a - 6 e la Caccialanza non perdeva colpi”, ci rivela Giuseppe, Peppe per gli amici, “ma grazie all'aiuto dei miei compagni e dei dirigenti che mi hanno sempre dato fiducia, sono riuscito a superare la tensione e abbiamo continuato con buoni risultati”. I compagni sono Gianluca Manuelli, Pietro Zovadelli e Giuseppe D’Alterio, giocatori di assoluto livello, esperti e ottimi compagni di squadra, in grado di metterlo rapidamente a suo agio. Qualche aggiustamento quindi nell’assetto tecnico-tattico per adeguarsi all’assenza di un titolare, e la nave veneta ha ripreso a navigare alla grande. Complice ovviamente anche il calo di rendimento dei lombardi che forse, da neopromossi, non erano del tutto preparati a reggere il peso emotivo della vetta.

Tutto però può ancora accadere, perlomeno sulla carta, a patto che la MP Filtri faccia bottino pieno a Treviso il 29 aprile. Certo, il doppio risultato a disposizione degli avversari non aiuta gli ambrosiani, mentre è un ulteriore fattore positivo che la Fashion Cattel potrebbe addirittura provare a gestire. Ma come si sta vivendo il prossimo, decisivo appuntamento, in casa trevigiana? Pappacena sfoggia maturità: “Ne siamo consapevoli e siamo molto fiduciosi delle nostre capacità, ma restiamo concentrati e con i piedi per terra, perché loro sono una grandissima squadra con grandi giocatori. Noi ce la metteremo tutta”. D’altro canto di ottimi esempi, nella squadra, ce ne sono diversi. “I miei compagni sono campioni e hanno già vinto altri scudetti. Sanno benissimo come gestire la situazione: mi hanno detto di stare calmo. Il destino è nelle nostre mani, dipende tutto da noi”. Niente da temere dunque dallo scontro probabilmente risolutivo, sabato prossimo, con la MP Filtri? “Per loro sarà l'ultima chance di riaprire lo scudetto, quindi si giocheranno il tutto per tutto. Il fatto che abbiamo due risultati su tre, non ci deve rilassare. Dovremo essere bravi e concentrati a non mollare mai su ogni singola boccia giocata”.

Chiuso il capitolo testa, con la parola fine ancora da scrivere, in coda ci si avvicina molto ai verdetti definitivi. Dopo la discesa in B della nobile decaduta Ancona 2000 e del Montecatini Avis, manca solo la matematica a condannare anche l’Aper di Perugia. Soltanto un miracolo a questo punto può garantire l’ingresso ai playout degli umbri, ai quali non basterà vincere le ultime due partite senza le sconfitte del Montegranaro, salvo in ogni caso con un solo pareggio.

SERIE A RAFFA (20a giornata) 

Alto Verbano - CVM Utensiltecnica 0-1 (37-54)

Antonini (2° set Barilani)-Andreani-Turuani (2° set Rotundo) – Miloro-Rosati-Paolucci 1-8, 2-8, Signorini – Girolimini 7-8, 8-4, Andreani-Turuani – Miloro-Paolucci 8-4, 3-8, Chiappella-Signorini – Monaldi-Rosati 8-6, 0-8. Direttore Fabrizio Cella di Como.

Boville Marino - Montegranaro 1-2 (49-51)

Palma-Facciolo-Nanni (2° set Diomei) – Angrilli-Di Nicola M.-Santone 6-8, 6-8, Di Nicola G. – Dari 5-8, 2-8, Nanni (2° set Di Bernardo Gagliardi)-Di Nicola – Di Nicola M. (1° set Angrilli)-Santone 8-7, 8-4, Palma (2° set Diomei)-Facciolo (2° set Candido) – Dari (2° set Strovegli)-Ombrosi 6-8, 8-0. Direttore Mario Zaccardelli di Frosinone.

Enrico Millo - Ancona 2000 2-1 (51-43)

Santoriello (2° set Ferrara)-Laudato-Califano G. – Cesini-Ascani M.-Agostini 4-8, 1-8, Scolletta – Marinelli 6-8, 8-5, Santoriello-Laudato – Cesini-Ascani M. 8-2, 8-1, Scolletta-Califano G. – Agostini-Marinelli 8-5, 8-6. Direttore Aniello La Marca di Napoli.

GS Rinascita - Aper Capocavallo 2-0 (57-28)

Paleari-Stia-Provenzano – Fanali-Gori-Palazzetti 8-0, 8-1, Savoretti – Santucci 8-1, 8-3, Paleari-Provenzano – Fanali (2° set Palazzetti)-Gori 8-2, 5-8,  Bartoli-Savoretti – Vitali-Santucci 4-8, 8-5. Direttore Mauro Gioia di Piacenza.

Montecatini Avis - Fashion Cattel 0-3 (44-56)

Matalucci-Bassi-Franci – Zovadelli-Pappacena-Manuelli 4-8, 6-8, Lorenzini – D’Alterio G. 4-8, 8-0, Bassi (2° set D’Alterio D.)-Matalucci – Zovadelli-Manuelli 6-8, 7-8, Lorenzini-Franci – D’Alterio G.-Pappacena 3-8, 6-8. Direttore Ottavio Pederzini di Bologna.

MP Filtri Caccialanza - L’Aquila 1-1 (47-51)

Luraghi M.-Viscusi-Luraghi P. – Cappellacci-Crosta-Casinelli Stefano 8-7, 5-8, Paone – Formicone 2-8, 5-8, Luraghi M.-Paone – Cappellacci-Crosta 8-3, 8-4, Luraghi P.-Viscusi – Formicone-Casinelli Simone 8-5, 3-8. Direttore Giovanni Scattini di Bergamo.

Classifica: Fashion Cattel 44, MP Filtri Caccialanza 40, GS Rinascita e Boville Marino 35, Alto Verbano 33, Enrico Millo e CVM Utensiltecnica 31, L’Aquila 30, Montegranaro 27, Aper Capocavallo 17, Montecatini AVIS 11, Ancona 2000 7. 

SERIE B RAFFA

Girone Centro Nord (12a giornata)

CDM Vallefoglia - Nova Inox Mosciano 2-1 (51-41)

Patregnani-Maione-Paganelli – Calvarese-Rocchetti-Ciprietti 6-8, 5-8, Porrozzi – Mattioli 8-2, 0-8, Maione-Paganelli – Ciprietti-Calvarese 8-7, 8-2, Porrozzi-Patregnani – Mattioli-Rocchetti 8-6, 8-0. Direttore Paolo Castellari di Perugia.

Framasil Pineto - I Fiori 1-1 (47-38)

Manes-Marrancone-Merlonetti – Dell’Organo-Galli-Lombardi 7-8, 8-1, Adorante – Noviello 3-8, 8-1, Manes-Merlonetti – Dell’Organo-Lombardi (2° set Galli) 8-1, 8-3, Adorante-Marrancone – Noviello-Marino 0-8, 5-8. Direttore Domenico Di Natale di Pescara.

Montesanto - EU Sersar Brescia Bocce 1-0 (49-44)

Petrelli S.-Gelosi-Renzi – Saleri-Benedetti-Pezzotti 8-5, 8-3, Petrelli L. – Mussini 7-8, 8-2, Petrelli L.-Gelosi – Saleri-Benedetti 8-6, 2-8, Petrelli S.-Renzi – Mussini-Ricci 8-4, 0-8. Direttore Remo Giovanetti di Pesaro Urbino.

S. Erminio Umbrò – Fontespina 2-0 (54-26)

Brutti-Di Felice-Rosi – Macellari-Aleandri-Gattari 8-2, 8-2, Tomao – Sabbatini M. 8-0, 2-8, Rosi-Di Felice – Macellari (2° set Sabbatini L.)-Aleandri 8-4, 4-8, Tomao-Brutti – Sabbatini M.-Gattari (2° set Pesaresi) 8-1, 8-5. Direttore Giuseppe Bossi di Terni.

Classifica: CDM Vallefoglia 23, Nova Inox Mosciano 22, Montesanto e EU Sersar BS Bocce 18, S. Erminio Umbrò 17, I Fiori 15, Fontespina 14, Framasil Pineto 8.

Girone Centro Sud (12a giornata)

Boville Fr - Centro Riabilitazione Lars 2-1 (53-45)

Tullio-Campisi-Campoli – Califano I.-Chirico-Calabrese 7-8, 6-8, Barbieri – Pappacena F. 8-5, 8-2, Tullio-Campoli (2° set Fabrizi) – Califano I.-Chirico (2° set Fattoruso) 8-6, 0-8, Barbieri-Campisi – Pappacena F.-Belloni (1° set Calabrese) 8-1, 8-7. Direttore Vincenzo Brignone di Latina.

CB Sassari – Isia Global Service 1-1 (40-41)

Cordedda-D’Agostino-Perini – Scicchitano F.-Zaffino-Piperis (2° set Palermo) 8-0, 8-2, Dessolis – De Giovanni 8-4, 0-8, D’Agostino-Perini – Scicchitano F.-Zaffino 8-3, 2-8, Dessoli-Cordedda – De Giovanni-Palermo 3-8, 3-8. Direttore Salvatore Pischedda di Sassari.

Grecanica Don Bosco – Termosolar 0-2 (28-55)

Vitto C.-Sazio-Trimarchi – Brucciani-Moi-Cossu 0-8, 4-8, Vitto R. – Sias 8-4, 3-8, Vitto C.-Sazio – Brucciani-Cossu 0-8, 8-3, Vitto R.-Trimarchi – Moi-Sias 1-8, 4-8. Direttore Marcello Zacheo di Lecce.

Le Delizie - NCDA Capitino 0-2 (26-55)

Corrado-Capasso-Crispino – Mauro D.-Laezza-Coppola 8-6, 0-8, Moccia – Mauro A. 1-8, 0-8, Corrado-Moccia (1° set Sarnataro) – Laezza-Coppola (2° set Greci) 2-8, 5-8, Capasso-Catuogno (2° set Foresta) – Mauro D.-Mauro A. (2° set Iafrate) 2-8, 8-1. Direttore Biagio Avagliano di Salerno.

Classifica: Termosolar 24, NCDA Capitino 23, Boville Fr 21, Le Delizie 18, CB Sassari 15, Grecanica Don Bosco 14, Isia Global Service 10, Centro Riabilitazione Lars 9.

SERIE C RAFFA

Fase Finale (2° turno – andata) 

Villafranca – S. Angelo Montegrillo 4-0 (64-25). Direttore Enrico Nicoli di Brescia Centro.

Castelraimondo - Autotrasporti Pasquinelli 4-0 (64-37). Direttore Giulio Zampetti di Ancona.

Kennedy Ambaraba – Galligel Sestu 3-0 (56-31). Direttore Salvatore Gallo di Caserta.

San Paolo Cosenza - Aldo Pietra 2-1 (52-30). Direttore Emilio Segreti di Cosenza.

Ritorno: 6 maggio 2017


COPPA EUROPA VOLO

Torna la Coppa dei Campioni del volo. Per la ventottesima volta si celebra la competizione continentale riservata ai migliori club d'Europa. Si inizia sabato con la fase preliminare le cui sfide sono scaturite dall'urna di Saint Vulbas. Le due italiane, Brb e Pontese, debuttano fuori casa, rispettivamente a Rijeka, contro il Vargon, e nel Principato di Monaco, contro il Club Bouliste du Rocher. Per la Signora in rosso, sconfitta nella semifinale dei playoff dalla Borgonese, un avversario croato quasi sempre presente in Coppa. Una sola volta i biancoblù arrivarono a disputare una finale, nel 2013, proprio contro la Brb. Ma nella circostanza potevano contare su Leo Brnic, che adesso vestirà la maglia degli eporediesi, e Roland Marcelja, approdato poi alla Pontese. Nella precedente edizione il Vargon venne eliminato dalla Perosina. Allora potè schierare ancora Dejan Tonejc, poi ingaggiato dalla Borgonese. Per la depauperata squadra di Rijeka sarà compito improbo creare problemi ad una Brb che cerca di rimettere le mani sul trofeo vinto per sei volte, di cui quattro di fila, e riscattare la delusione per la mancata disputa della sfida finale italiana. Non trema la Pontese per l'impegno monegasco. Il club campione in carica troverà un avversario dal tasso tecnico inferiore, storicamente mai arrivato a disputare una finale. I biancorossi di Eric Lotto metteranno in campo come sempre il loro ricco bagaglio di orgoglio. Le altre due sfide continentali opporranno i francesi del Saint Vulbas agli sloveni del Hrast di Stanjel (l'ex San Daniele del Carso) e i croati del Pazin ai francesi del Montelimar, club che per tre volte contese in finale la Coppa alla Chiavarese. Gli incontri di ritorno sabato 6 maggio.

Non disputeranno i preliminari accedendo direttamente ai quarti di finale, la croata Zrinjevac di Zagabria, la francese Cro Lyon, l'italiana La Perosina e la slovena Trata di Skofja Loka, vincitrici dei rispettivi titoli nazionali. Invariato il programma di ogni incontro. Ancora quattro turni per ventidue punti in palio. Si inizia alle 14 con la prova di staffetta, a seguire due combinati e appresso due tiri di precisione, e infine le quattro prove tradizionali, due coppie, una terna, una individuale.

Anche la fase finale 2017 verrà disputata a Savigliano nel bocciodromo della Vita Nova il 10 e 11 giugno. Fra le squadre plurivincitrici di Coppa, svettano Brb, Chiavarese e Ferrero con sei trofei, seguite da Cro Lyon (3) e Pontese (2).

GARE NAZIONALI RAFFA 

23° Trofeo Comune di Lomagna – Lomagnese (Lecco) – Direttore Mauro Gioia di Piacenza – 216 individualisti di categoria A-B – Classifica: 1° Mattia Visconti (Achille Grandi, Crema), 2° Gianluca Menghini (Sulbiatese, Monza), 3° Marco Farina (Convegno Maggianico, Lecco), 4° Davide Locatelli (Fratelli Figini, Lecco), 5° Cristian Tacchini (Fulgor, Lecco), 6° Stefano Cereda (Ponte Mezzago, Monza), 7° Stefano Aldè (Cral Brivio, Lecco), 8° Roberto Visconti (Achille Grandi, Crema). Punteggio della finale: 12-3.

Premio Elvisio Bianchi – Città di Perugia (Perugia) – Direttore Remo Giovanetti di Pesaro Urbino – 128 individualisti di categoria A – Classifica: 1° Gianluca Formicone (Virtus L’Aquila, L’Aquila), 2° Mirko Savoretti (GS Rinascita, Modena), 3° Francesco Giulietti (Città di Perugia, Perugia), 4° Roberto Castrini (S. Angelo Montegrillo, Perugia), 5° Fabio Marcucci (Jesina, Ancona), 6° Luca Santucci (Aper, Perugia), 7° Rodolfo Rosi (S. Erminio, Perugia), 8° Alessandro Stia (GS Rinascita, Modena). Punteggio della finale: 12-6.

Premio Giuseppina Rossetti – Città di Perugia (Perugia) – Direttore Massimo Gabriele di Frosinone – 48 individualiste di categoria A-B-C – Classifica: 1° Jessica Gelosi (Fontespina, Macerata), 2° Manuela Martinelli (Cerbara, Perugia), 3° Laura Erbaccio (Fontespina, Macerata), 4° Lorita Leonori (Bocce Arezzo, Arezzo). Punteggio della finale: 12-3.

Trofeo della Liberazione – Anzolese Aerospurghi (Bologna) – Direttore Sandro Sartori di Verona – 80 individualisti di categoria A – Classifica: 1° Giuliano Di Nicola (Boville, Roma), 2° Gianluca Selogna (Fontanella, Piacenza), 3° Alberto Govoni (CS Tricolore, Reggio Emilia), 4° Christian Marzocchi (Buco Magico, Reggio Emilia), 5° Roberto Manghi (Fontanella, Piacenza), 6° Luca Ricci (EU Sersar Brescia Bocce, Brescia Centro), 7° Diego Paleari (GS Rinascita, Modena), 8° Alberto Selogna (Peschiera Salumi Leoncini, Verona). Punteggio della finale: 12-11.